Torre Lapillo scelto dal The Guardian

Il Quotidiano the Guardian ha deciso di pubblicare lo scorso aprile un articolo in cui si parla delle più belle spiagge di tutti i tempi e di cui non si sente neanche parlare molto spesso. Il titolo dell’articolo del The Guardian è: “10 tra le più belle spiagge…delle quali probabilmente non avete mai sentito parlare”.
La bellissima spiaggia di Torre Lapillo è una spiaggia che ispira sotto vari aspetti e soprattutto è in grado di trasformare il vostro viaggio anche in una meta spirituale e rende felici, sia grandi che piccini, perché comunque questo tipo di spiaggia permette delle belle nuotate e delle viste panoramiche. Questa spiaggia è stata paragonata ad altre spiagge in tutto il mondo citate dal quotidiano The Guardian proprio con lo scopo di descrivere dei paradisi naturali inaspettati e che è possibile trovare in terra.

Le altre spiagge

Tra le spiagge fantastiche citate insieme a Torre Lapillo che è una famosa spiaggia del Salento, è stata anche citata la spiaggia rosa in Brasile, Playa del Silencio in Spagna, banana Beach a Phuket in Thailandia e numerosi altri posti famosi in tutto il mondo proprio per la loro bellezza e per la matrice incontaminata che caratterizza cui territori.
La spiaggia di Torre Lapillo è stata premiata anche per la presenza di una sabbia bianca che ricorda le spiagge paradisiache dei Caraibi oppure delle Maldive ed infatti il quotidiano The Guardian, ha nominato questa spiaggia, proprio le Maldive del Salento, anche se a dire il vero queste ultime si trovano un po’ più a Sud rispetto a Torre Lapillo.

L’errore sui Caraibi

Si tratta di una piccola imprecisione fatta dei giornalisti del quotidiano The Guardian: è un imprecisione chiamare Caraibi del Salento la spiaggia di Torre Lapillo che invece per quanto bella comunque non rientra in quella zona. Infatti le Maldive del Salento si trovano nella zona di Santa Maria di Leuca e nell’aria di marina di Pescoluse che è una frazione di Salve, dove si trovano delle dune e delle spiagge ancora più chiare e limpide, che quindi sono state soprannominate Maldive del Salento.

Porto Cesareo e le strutture ricettive

Ancora una volta quindi si parla della bellezza di questo territorio che sta crescendo negli ultimi anni, anche in termini di strutture ricettive: infatti vengono nominate tutte le strutture ricettive anche della zona di Porto Cesareo, che è quella più vicina a Torre Lapillo e si discute di quanto sia importante far progredire da un punto di vista dello sviluppo turistico questa area della Puglia sempre più amata e apprezzata per le sue tradizioni e per l’animo giocoso e festaiolo che le caratterizza.

La svolta

Insomma ancora una volta un grande passo avanti a livello internazionale è stato fatto dal Salento che sta riscoprendo davvero un’anima turistica di notevole importanza. Non bisogna mai dimenticare che nonostante la sottolineatura messa in campo dal quotidiano The Guardian, alla fine questa terra non deve essere solo ricordata per le sue bellissime spiagge ma bisogna sempre cercare di far diventare i borghi del Salento così come le opere storiche e architettoniche una sorta di volano che possa essere uno sviluppo e un rilancio per l’intera economia della Regione Puglia, oltre che una manna caduta dal cielo per gli abitanti del Salento che stanno iniziando a diventare molto più abituati al turismo di massa che invece qualche anno fa non riuscivano ancora a raccogliere con la giusta determinazione che un panorama ed un territorio così speciale merita.